Informazioni personali

X è Chi se ne frega dei trend, dei cliché, delle etichette, degli stereotipi. Chi se ne frega di cosa potrebbero dire gli altri, chi fa perché gli va non perché deve. X è Chi ogni tanto sa spararsi un bel ECHISENEFREGA perché c'è sempre una soluzione a tutto.

giovedì 27 dicembre 2012

Krav Maga. La sesta regola


La sesta regola del Fight Club è che si indossano solo camicie e pantaloni, niente scarpe o cinture. La quarta regola di questo fight club è che non si portano magliettine larghe. E se la tua lavatrice ha fatto a cazzotti con il cotone che non si è rivelato proprio di prima qualità non ti preoccupare. Ci pensa l’istruttore. Hai una S e vuoi una M? No problem. Una M e vuoi una L? basta dirlo. Una L per una XXL? E che ci vuole. Basta che non vieni con le magliette americane, sennò te ne vai in sottana. Il mio colletto a fine serata è perfetto per Cerbero. L’istruttore ci ricorda che dopo i calci nelle palle bisogna ghermire il nemico e prenderlo a ginocchiate sullo stomaco. Ci si attacca agli indumenti e se si combatte a corpo nudo si arpiona la pelle, la carne, i muscoli, i tendini, e se ce la si fa anche le molecole. Ed è per questo che Nik ci fa provare la posizione d’attacco. Gomiti stretti sui fianchi e mani aperte davanti al viso, meglio se pronte ad afferrare. Così al GO! ci si mette in posizione. Ce l’avete presente Cat Woman? Ecco, mi sento come Michelle Pfiffer, ma meno sexy. Come Alle Berry, ma meno scura. E di certo se le avessi tra le grinfie la sera non andrei a condividere i miei liquidi in quel covo di invasati in attesa del prossimo Vietnam. Può succedere, allora, che a fine serata, ti senti bruciare. Ti togli quel che è rimasto della maglietta per appurare che sei stato segnato dalle unghie del tuo compagno. Ti senti come se ti avessero buttato in un pozzo pieno di gatti in calore, ma passerà, a meno che non becchi il tetano perché tanto la rabbia t'è già venuta.

Nessun commento: